[/vc_column_text][/vc_column]

[/vc_row]

Frazionamento unità immobiliare.

PER FRAZIONARE UN IMMOBILE SERVE L’AGIBILIA’?

Dal punto di vista normativo l’accatastamento di un immobile avviene tramite l’agibilità,vediamo che cos’è e come funziona.
L’Agibiltà è un documento indispensabile per potere utilizzare un immobile per i fini e per la destinazione d’uso a cui è finalizzato,quindi non si può utilizzare un immobile,non si può abitare se non c’è la cosiddetta agibilità che ad oggi è normata dall’ART. 24 e seguenti del testo unico sull’edilizia. Questa viene rilasciata o certificata non più da un ente pubblico ma da un professionista privato,abilitato a farlo come un architetto,ingegnere,geometra ognuno per le rispettive competenze,quindi su buona parte del territoio italiano l’agibilità viene rilasciata da un comune dietro richiesta di un privato che ha effettuato una serie di interventi come nuove costruzioni,o tutta una serie di interventi che hanno in qualche modo alterato sostanzialmente l’organismo edilizio.Riassumendo l’agibilità serve tutte le volte che vengono svolti interventi su edifici esistenti che possano influire sulle seguenti condizioni di sicurezza, condizioni di igiene,risparmio energetico e su tutta una serie di interventi che vengono compiuti su un immobile,che si tratti di una nuova costruzione o che ci sia stato un sostanziale cambiamento che va a cambiare l’organismo edilizio da quello precedente come ad esempio,il Frazionamento di un immobile.Questo tipo di intervento,anche se si tratta di interventi leggeri, è caldamente consigliato dotare di agibilità. Perchè? Gli immobili realizzati e ottenuti da un intervento di questo tipo è ovvio che sono assai diversi dalla precedente configurazione e dal precedente organismo.Non si può frazionare in due un appartamento anche senza dover demolire o stravolgere l’involucro.Stiamo parlando della classica divisione che viene fatta da una famiglia per dare la casa al figlio chiudendo semplicemente con una porta comunicante o con una parete tra le due nuove unità immobiliari.Oggi,dopo il decreto “SbloccaItalia”, frazionare un immobile è una soluzione molto vantaggiosa.

frazionamento unità immobiliare

frazionamento unità immobiliare

PROCEDURE DA SEGUIRE

Affinchè un immobile frazionato abbia tutti i requisiti e tutte le caratteristiche che attesti che questo possa essere abitato serve un documento appunto che lo certifichi.
La procedura prevede com prima cosa,la richiesta di un’ autorizzazione.
Questo tipo d’intervento edilizio fa parte della categoria di interventi leggeri,bisona semplicemente presentare,una comunicazione di inizio lavori asseverata da un professionista tecnico abilitato:CILA (COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI).La procedura di frazionamento può avere inizio solo dopo la verifica di tutti i documenti( la conformità edilizia dell’immobile,la questione del risparmio energetico,visura catastale,planimetria catastale..)
Da questo punto in avanti i lavori possono cominciare.Una volta che i lavori saranno conclusi,il testo unico per l’edilizia non prevede l’obbligo della presentazione di fine lavori.

REGISTRAZIONE DELLA NUOVA PROPRIETA’

Da questo momento è opportuno ottenere una soppressione del precedente subalterno e la riassegnazione di due nuovi subalterni per ciascun frazionamento con l’aggiornamento al catasto. Il professionista incaricato deve presentare, con la procedura DOCFA, la variazione catastale.

TASSE SUL NUOVO IMMOBILE

Nel caso in cui un’ unità immobiliare è stata volontariamente frazionata in due unità abitative,e questa risultava essere come prima casa ora,solo una parte dell’immobile manterrà questo stato, mentre l’altra non potrà usufruire di questa agevolazione. L’imposta comunale sugli immobile (IMU),non viene applicata al possesso dell’abitazione principale,per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto al catasto edilizio urbano,come unica unità immobiliare.Per cui per forza di cose la seconda unità una volta dichiarata (sperando nella buona fede delle persone,a non evadere le tasse),deve essere soggetta alle tasse in quanto considerata seconda casa.

[/vc_column_text][/vc_column]

[/vc_row]

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Contattami

Sending

©2018 SARRECCHIA Davide Geometra,

Log in with your credentials

Forgot your details?